Archive for September 11th, 2008

The End Of All Things

First Italian post, way to go ! 🙂

Questa estate, qualcosa di terribile è accaduto…
(OK, così sembra l’inizio di un trailer di un film d’azione, ma non credo sia questo il caso)
È avvenuto qualcosa di inaspettato, sublime, spaventoso ed allo stesso tempo magnifico.

Ho reincontrato amici di vecchia data ed ho provato a ristabilire delle relazioni che temevo si fossero perse nella sabbia del tempo. Nei precedenti mesi, infatti, vivendo a stretto contatto con molte persone che fanno delle proprie radici un eccezionale vanto, avevo maturato una notevole quantità di nostalgia per tutte le cose dalle quali direttamente ed indirettamente discendo. Mentre ero assorto nell’organizzazione di giornate al mare e serate in giro, sono caduto, ancora, ai suoi piedi. Debole, patetico, questuante, tremante, ma inaspettatamente determinato, l’ho cercata. Quasi per coincidenza, scoprirò, mi ha risposto; non solo a me, ma non importa, perché mi ha risposto. Oh, joy!
Le cose si sono rimesse in moto, così ho preso a due mani il coraggio residuo (che credevo nel tempo si sarebbe accumulato) e sono andato oltre qualsiasi pietra miliare che avessi mai piantato (cfr. piantare il zippo, nel significato non osceno), per spiegarle il suo ruolo nella mia personalissima cosmologia. Ed, ancora, lei mi ha risposto (già!). In un modo del tutto inaspettato (repetita iuvant). E tutte le cose sono finite, come dovevano finire.

Come nel finale del terzo volume della saga de “Il Signore degli Anelli” (in particolare nella riduzione cinematografica “Il Ritorno del Re” ), il male viene sconfitto e gli eroi tornano alla propria vita. C’è chi seppellisce i propri cari, chi si sposa, chi viene incoronato re: ma c’è anche chi ripercorre la strada verso la propria casa, per tornare a vivere a fianco dei propri concittadini, che mai si erano resi conto che il mondo sarebbe potuto finire, in un attimo, in una nuvola di fuoco e malvagità. Costoro conserveranno per sempre memoria dei sacrifici fatti e dei momenti di estrema felicità che hanno vissuto assieme ai propri amici; allo stesso momento, però, tornano a vivere la propria vita, semplice ed onesta. Con una eccezione: Frodo Baggins.

Frodo riceve dagli elfi un dono incommensurabile: essi gli concedono di salire con loro sulla nave che salpa verso il remoto continente dell’Ovest (Aman), sul quale vivono in eterno generazioni di elfi, che hanno abbandonato negli anni la Terra di Mezzo, oramai appartenente agli uomini. Frodo, a malincuore, lascia i propri amici della Contea, per imbarcarsi nel viaggio dal quale, lui sa, non farà mai ritorno.

Nel riadattamento cinematografico di Peter Jackson, sui titoli di coda scorre una stupenda melodia, chiamata “Into the West” e cantata da Annie Lennox. Questo lamento elfico è dedicato da Galadriel, regina di Lothlórien, a tutti gli elfi che hanno deciso di abbandonare la Terra di Mezzo, loro luogo natio, per vivere in eterno ad Aman.

Nella mia condizione, non posso che provare una certa empatia per il contenuto della canzone. Hence, The End Of All Things, Into the North. Che non è casa mia, ma è dove sono stato stabilmente negli ultimi anni; e non è dove ho lasciato un pezzo di me.

Lay down,
your sweet and weary head.
Night is falling.
You have come to journey’s end.

Sleep now, and dream
of the ones who came before.
They are calling,
from across a distant shore.

Why do you weep?
What are these tears upon your face?
Soon you will see.
All of your fears will pass away.
Safe in my arms,
you’re only sleeping.

What can you see,
on the horizon?
Why do the white gulls call?
Across the sea,
a pale moon rises.
The ships have come,
to carry you home.

And all will turn,
to silver glass.
A light on the water.
All souls pass.

Hope fades,
Into the world of night.
Through shadows falling,
Out of memory and time.

Don’t say,
We have come now to the end.
White shores are calling.
You and I will meet again.
And you’ll be here in my arms,
Just sleeping.

What can you see,
on the horizon?
Why do the white gulls call?
Across the sea,
a pale moon rises.
The ships have come,
to carry you home.

And all will turn,
to silver glass.
A light on the water.
Grey ships pass
Into the West.

1 comment September 11th, 2008


Rate:  

Calendar

September 2008
M T W T F S S
« Jun   Oct »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Badges

Posts by Month

Posts by Category

What's played in the cave